Il "libellus" in una nota petrarchesca dell'Orazio Morgan