Nuove generazioni e radicalismo violento. Stereotipi e antidoti