La crisi della modernità da Pirandello a Gadda