Nell'elaborazione dei giuristi romani l'eccezione di dolo viene utilizzata anche nelle azioni ex delicto in funzione equitativa per evitare il concorso cumulativo fra azioni penali private ed azioni reipersecutorie laddove ciò porti ad un eccessivo arricchimento dell'offeso.

VACCA L (2006). Eccezione di dolo generale e delitti. In Luigi Garofalo (a cura di), Eccezione di dolo generale. Diritto romano e tradizione romanistica (pp. 323-338). PADOVA : CEDAM.

Eccezione di dolo generale e delitti

VACCA, Letizia
2006

Abstract

Nell'elaborazione dei giuristi romani l'eccezione di dolo viene utilizzata anche nelle azioni ex delicto in funzione equitativa per evitare il concorso cumulativo fra azioni penali private ed azioni reipersecutorie laddove ciò porti ad un eccessivo arricchimento dell'offeso.
88-13-26467-4
VACCA L (2006). Eccezione di dolo generale e delitti. In Luigi Garofalo (a cura di), Eccezione di dolo generale. Diritto romano e tradizione romanistica (pp. 323-338). PADOVA : CEDAM.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11590/156185
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact