Le condizioni giuridiche per la creazione di un contesto favorevole al fenomeno riguardano vari aspetti del diritto comunitario: l’interpretazione del regime di deroga del regime SIEG e la normativa secondaria in taluni settori (servizi universali); lo sviluppo di principi e libertà fondamentali del mercato, in particolare il diritto di stabilimento e la libera circolazione dei capitali. L’armonizzazione delle regole per la creazione di un campo di gioco europeo con pari opportunità per le imprese , grazie anche all’armonizzazione del diritto societario, al funzionamento delle regole antitrust ed al controllo delle concentrazioni trasfrontaliere. Tra le misure che hanno permesso di mettere a punto l’acquis comunitario e testare l’equilibrio delle competenze tra Stati e Comunità europea, vi sono certamente quelle ben note della golden share. Si tratta di clausole giuridiche di carattere e forme eterogenei, che attengono prevalentemente al controllo societario o al gradimento sulle acquisizioni, attributive di specifiche modalità di intervento allo Stato nella vita di imprese privatizzate, non riferibili alle regole ordinarie del diritto societario, ma identificative di una categoria di imprese sotto influenza dello Stato.

CAGGIANO G (2006). Il quadro giuridico comunitario per lo sviluppo di imprese europee di servizi di interesse economico generale. In Rossi G (a cura di), L'impresa europea di interesse generale (pp. 1-22). MILANO : Giuffrè.

Il quadro giuridico comunitario per lo sviluppo di imprese europee di servizi di interesse economico generale

CAGGIANO, Giandonato
2006

Abstract

Le condizioni giuridiche per la creazione di un contesto favorevole al fenomeno riguardano vari aspetti del diritto comunitario: l’interpretazione del regime di deroga del regime SIEG e la normativa secondaria in taluni settori (servizi universali); lo sviluppo di principi e libertà fondamentali del mercato, in particolare il diritto di stabilimento e la libera circolazione dei capitali. L’armonizzazione delle regole per la creazione di un campo di gioco europeo con pari opportunità per le imprese , grazie anche all’armonizzazione del diritto societario, al funzionamento delle regole antitrust ed al controllo delle concentrazioni trasfrontaliere. Tra le misure che hanno permesso di mettere a punto l’acquis comunitario e testare l’equilibrio delle competenze tra Stati e Comunità europea, vi sono certamente quelle ben note della golden share. Si tratta di clausole giuridiche di carattere e forme eterogenei, che attengono prevalentemente al controllo societario o al gradimento sulle acquisizioni, attributive di specifiche modalità di intervento allo Stato nella vita di imprese privatizzate, non riferibili alle regole ordinarie del diritto societario, ma identificative di una categoria di imprese sotto influenza dello Stato.
8814126410
CAGGIANO G (2006). Il quadro giuridico comunitario per lo sviluppo di imprese europee di servizi di interesse economico generale. In Rossi G (a cura di), L'impresa europea di interesse generale (pp. 1-22). MILANO : Giuffrè.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11590/156194
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact