“Sartre, Durkheim e il fatto sociale”