Il saggio mette in relazione gli ultimi sviluppi della riflessione di Raymond Bellour sull’emozione spettatoriale e il dibattito sul binomio discorso-figura negli studi di cinema. In questo modo sostiene che uno dei meriti del lavoro di Bellour è quello di offrire una base psicologica e una possibile soluzione a un importante problema dell’estetica contemporanea come quello del figurale.

Carocci E (2006). La figura cinematografica e l'emozione. In F.V. Giulia Carluccio (a cura di), Il corpo del film. Scritture, contesti, stile, emozioni (pp. 151-160). ROMA : Carocci Editore.

La figura cinematografica e l'emozione

CAROCCI, ENRICO
2006

Abstract

Il saggio mette in relazione gli ultimi sviluppi della riflessione di Raymond Bellour sull’emozione spettatoriale e il dibattito sul binomio discorso-figura negli studi di cinema. In questo modo sostiene che uno dei meriti del lavoro di Bellour è quello di offrire una base psicologica e una possibile soluzione a un importante problema dell’estetica contemporanea come quello del figurale.
88-430-3349-2
Carocci E (2006). La figura cinematografica e l'emozione. In F.V. Giulia Carluccio (a cura di), Il corpo del film. Scritture, contesti, stile, emozioni (pp. 151-160). ROMA : Carocci Editore.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11590/162779
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact