“La «pre-conformazione» a direttive comunitarie (in pendenza del termine di recepimento) come limite all’ammissibilità del referendum abrogativo e come norma interposta di carattere «eventuale» nei giudizi di legittimità costituzionale”