Canti XVI-XVII. Amore, libero arbitrio e fantasia: una teoria gravitazionale