Confini mobili. Il dibattito della base tra partito e rete