In the XX century the International community faced and contributed to the evolution of critical inter-state relations. This implies the need to abstractly define the international law of human rights and the international humanitarian law as general and special regimes, as they provide for only differently apparent provisions and legal active and passive status. The first one, both customary and conventional in its proper nature, require from States positive and negative obligation in regards of individuals under the domestic jurisdiction, also through the reinforced reception of the international criminal law. Because of the coexistence of these two components, the study focuses on related difficulties and doubts about their divergence/convergence as expressed by the international doctrine, within the recent international case law and the universal and regional institutionalized systems aiming at consolidating their concrete complementarity.

Nel XX secolo la Comunità internazionale ha assistito ed ha contributo all’evolversi del fenomeno delle relazioni interstatuali nella sua dimensione critica. Ciò ha influito, per il tema affrontato in questo studio, sulla delimitazione materiale tra il diritto internazionale dei diritti dell’uomo ed il diritto internazionale umanitario, contraddistinti rispettivamente dal carattere generale e speciale propri dei due sistemi normativi. Tale delimitazione non implica però alcuna divergenza, allora del tutto apparente, quanto alla natura delle norme ed alla titolarità attiva e passiva delle situazioni giuridiche che caratterizzano i due sistemi. La disciplina in materia di protezione dei diritti dell’uomo ha assunto una duplice portata, tanto consuetudinaria quanto pattizia, le due componenti risultando perfettamente complementari ed anzi rafforzative del principio secondo il quale tutti gli Stati membri della Comunità internazionale assumono degli obblighi negativi e positivi di tutela nei riguardi di tutti gli individui che siano presenti sul territorio e pertanto sottoposti alla giurisdizione statuale. Questo assetto è stato peraltro consolidato attraverso la codificazione sostanziale e procedurale del diritto penale nella sua dimensione internazionale. In linea con tali osservazioni preliminari in ordine alla coesistenza del diritto internazionale dei diritti dell’uomo e del diritto internazionale umanitario, sono state approfondite la complessità dell’argomento e le ipotesi dubitative circa una eventuale divergenza o convergenza tra i due sistemi normativi, richiamandosi dapprima le differenti tesi formulate dalla dottrina internazionalistica sul tema, quindi la più recente prassi internazionale prodotta dagli organi di controllo di natura giurisdizionale e para-giurisdizionale, ed infine le soluzioni approntate dagli apparati istituzionali universali e regionali alla luce del prevalente principio della complementarietà dei sistemi in parola.

CARLETTI C (2011). Il processo di frammentazione dei sistemi normativi: il diritto internazionale dei diritti umani ed il diritto internazionale umanitario alla prova dei meccanismi universali e regionali. In S.E. PANELLA LINA (a cura di), Studi in onore di Claudio Zanghì (pp. 81-95). TORINO : Giappichelli.

Il processo di frammentazione dei sistemi normativi: il diritto internazionale dei diritti umani ed il diritto internazionale umanitario alla prova dei meccanismi universali e regionali

CARLETTI, CRISTIANA
2011

Abstract

Nel XX secolo la Comunità internazionale ha assistito ed ha contributo all’evolversi del fenomeno delle relazioni interstatuali nella sua dimensione critica. Ciò ha influito, per il tema affrontato in questo studio, sulla delimitazione materiale tra il diritto internazionale dei diritti dell’uomo ed il diritto internazionale umanitario, contraddistinti rispettivamente dal carattere generale e speciale propri dei due sistemi normativi. Tale delimitazione non implica però alcuna divergenza, allora del tutto apparente, quanto alla natura delle norme ed alla titolarità attiva e passiva delle situazioni giuridiche che caratterizzano i due sistemi. La disciplina in materia di protezione dei diritti dell’uomo ha assunto una duplice portata, tanto consuetudinaria quanto pattizia, le due componenti risultando perfettamente complementari ed anzi rafforzative del principio secondo il quale tutti gli Stati membri della Comunità internazionale assumono degli obblighi negativi e positivi di tutela nei riguardi di tutti gli individui che siano presenti sul territorio e pertanto sottoposti alla giurisdizione statuale. Questo assetto è stato peraltro consolidato attraverso la codificazione sostanziale e procedurale del diritto penale nella sua dimensione internazionale. In linea con tali osservazioni preliminari in ordine alla coesistenza del diritto internazionale dei diritti dell’uomo e del diritto internazionale umanitario, sono state approfondite la complessità dell’argomento e le ipotesi dubitative circa una eventuale divergenza o convergenza tra i due sistemi normativi, richiamandosi dapprima le differenti tesi formulate dalla dottrina internazionalistica sul tema, quindi la più recente prassi internazionale prodotta dagli organi di controllo di natura giurisdizionale e para-giurisdizionale, ed infine le soluzioni approntate dagli apparati istituzionali universali e regionali alla luce del prevalente principio della complementarietà dei sistemi in parola.
9788834825808
In the XX century the International community faced and contributed to the evolution of critical inter-state relations. This implies the need to abstractly define the international law of human rights and the international humanitarian law as general and special regimes, as they provide for only differently apparent provisions and legal active and passive status. The first one, both customary and conventional in its proper nature, require from States positive and negative obligation in regards of individuals under the domestic jurisdiction, also through the reinforced reception of the international criminal law. Because of the coexistence of these two components, the study focuses on related difficulties and doubts about their divergence/convergence as expressed by the international doctrine, within the recent international case law and the universal and regional institutionalized systems aiming at consolidating their concrete complementarity.
CARLETTI C (2011). Il processo di frammentazione dei sistemi normativi: il diritto internazionale dei diritti umani ed il diritto internazionale umanitario alla prova dei meccanismi universali e regionali. In S.E. PANELLA LINA (a cura di), Studi in onore di Claudio Zanghì (pp. 81-95). TORINO : Giappichelli.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11590/168420
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact