Limitazione del risarcimento nel trasporto ferroviario ed «interpretazione abrogante»