Come interpretare il fenomeno dell’aumento di richieste nei confronti della chirurgia estetica? La ricerca della bellezza è un desiderio naturale, ma perché a volte si trasforma in ossessione? E quali sono le responsabilità della medicina quando si propone di produrre bellezza? Sono alcuni degli interrogativi che i tre curatori del volume, un chirurgo estetico, un filosofo e un bioeticista, hanno posto a studiosi di diversa estrazione. Ne risulta un quadro che da punti di vista differenti cerca di ritrarre a tutto tondo il complesso rapporto tra ricerca della bellezza, corpo e sfide etiche della chirurgia estetica. Un libro polifonico, che all’inquadramento antropologico del tema aggiunge la riflessione etica, l’interpretazione dei modelli proposti dai media, la dimensione psicopatologica e il punto di vista medico e legale. Cosmetica è il gusto di ordinare e di prendersi cura, che oggi applichiamo soprattutto all’atto di abbellire il corpo. Sensibili ai valori estetici e in particolare alla forma corporea, siamo giunti al punto di cambiare lo statuto stesso della salute, oggi ritenuta inseparabile dal benessere e dalla bellezza. L’estetica entra dunque a pieno titolo nella medicina, ma apre un capitolo delicato. La ricerca della bellezza fisica ha infatti bisogno di una visione equilibrata della persona. La Cosm-Etica ha lo scopo di aiutare la chirurgia estetica, fedele al suo statuto di arte della cura, a decifrare i desideri di chi a lei si rivolge e a ricondurli all’ambito della relazione terapeutica.

RUSSO M (2012). ABITARE LA PROPRIA PELLE? CORPO, BELLEZZA E SFIDE ETICHE DELLA CHIRURGIA ESTETICA. In COSM-ETICA. CHIRUGIA ESTETICA, CORPO E BELLEZZA (pp. 55-75). MILANO : The McGraw-Hill Companies.

ABITARE LA PROPRIA PELLE? CORPO, BELLEZZA E SFIDE ETICHE DELLA CHIRURGIA ESTETICA

RUSSO, MARIA TERESA
2012

Abstract

Come interpretare il fenomeno dell’aumento di richieste nei confronti della chirurgia estetica? La ricerca della bellezza è un desiderio naturale, ma perché a volte si trasforma in ossessione? E quali sono le responsabilità della medicina quando si propone di produrre bellezza? Sono alcuni degli interrogativi che i tre curatori del volume, un chirurgo estetico, un filosofo e un bioeticista, hanno posto a studiosi di diversa estrazione. Ne risulta un quadro che da punti di vista differenti cerca di ritrarre a tutto tondo il complesso rapporto tra ricerca della bellezza, corpo e sfide etiche della chirurgia estetica. Un libro polifonico, che all’inquadramento antropologico del tema aggiunge la riflessione etica, l’interpretazione dei modelli proposti dai media, la dimensione psicopatologica e il punto di vista medico e legale. Cosmetica è il gusto di ordinare e di prendersi cura, che oggi applichiamo soprattutto all’atto di abbellire il corpo. Sensibili ai valori estetici e in particolare alla forma corporea, siamo giunti al punto di cambiare lo statuto stesso della salute, oggi ritenuta inseparabile dal benessere e dalla bellezza. L’estetica entra dunque a pieno titolo nella medicina, ma apre un capitolo delicato. La ricerca della bellezza fisica ha infatti bisogno di una visione equilibrata della persona. La Cosm-Etica ha lo scopo di aiutare la chirurgia estetica, fedele al suo statuto di arte della cura, a decifrare i desideri di chi a lei si rivolge e a ricondurli all’ambito della relazione terapeutica.
978-88-386-7344-3
RUSSO M (2012). ABITARE LA PROPRIA PELLE? CORPO, BELLEZZA E SFIDE ETICHE DELLA CHIRURGIA ESTETICA. In COSM-ETICA. CHIRUGIA ESTETICA, CORPO E BELLEZZA (pp. 55-75). MILANO : The McGraw-Hill Companies.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11590/170282
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact