Il dovere della visita e la correzione degli eccessi dei prelati nel Quattrocento