Tracce del moderno nel teatro di Shakespeare