Bessarabia, the region between the rivers Prut and Dniestr with an ethnic prevalence of Romanian people, belonged to Russia , from 1812 to 1918, a time in which the region’s national characters were progressively. After the end of the First world war it was a motive for strong contrasts and tensions between Romania, to which it had been annexed, and the USSR. The volume analyzes the complex and controversial history of Bessarabia’s integration within the new Romanian State and the reasons that didn't allow a valid defense of this regioni n June-July 1940 when, as a consequence of the secret protocol included in the Molotov-Ribbentrop Pact, the USSR after its peremptory ultimatum occupied it militarily. This crucial event started the process that ultimately led to the break-up of Great Romania. The book is based upon original and unpublished (Romanian and Moldavian archive files and a thorough analysis of the existing historical literature.

la Bessarabia, regione etnicamente a prevalenza romena, compresa tra i fiumi Prut e Dniestr, dal 1812 al 1918 fece parte della Russia che vi promosse una progressiva politica di snazionalizzazione. Dopo la fine del primo conflitto mondiale costituì motivo di forti contrasti e tensioni tra la Romania, alla quale era stata annèssa, e I'Unione Sovietica. Il volume, attraverso la consultazione di materiale d’archivio inedito e l’uso di un’ampia bibliografia ripercorre Ia complessa e controversa vicenda dell’ integrazione della regione nell'ambito del nuovo Stato romeno e le ragioni che nel giugno-luglio 1940 non ne permisero una valida difesa quando, in virtù del protocollo segreto contenuto nel Patto Molotov-Ribbentrop, I'URSS, dopo un perentorio ultimatum, la occupò militarmente avviando il processo di sfaldamento della Grande Romania.

BASCIANI A (2007). La difficile unione. La Bessarabia e la Grande Romania 1918-1940. ROMA : Aracne.

La difficile unione. La Bessarabia e la Grande Romania 1918-1940

BASCIANI, ALBERTO
2007

Abstract

la Bessarabia, regione etnicamente a prevalenza romena, compresa tra i fiumi Prut e Dniestr, dal 1812 al 1918 fece parte della Russia che vi promosse una progressiva politica di snazionalizzazione. Dopo la fine del primo conflitto mondiale costituì motivo di forti contrasti e tensioni tra la Romania, alla quale era stata annèssa, e I'Unione Sovietica. Il volume, attraverso la consultazione di materiale d’archivio inedito e l’uso di un’ampia bibliografia ripercorre Ia complessa e controversa vicenda dell’ integrazione della regione nell'ambito del nuovo Stato romeno e le ragioni che nel giugno-luglio 1940 non ne permisero una valida difesa quando, in virtù del protocollo segreto contenuto nel Patto Molotov-Ribbentrop, I'URSS, dopo un perentorio ultimatum, la occupò militarmente avviando il processo di sfaldamento della Grande Romania.
978-88-548-1248-2
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11590/186620
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact