La storia millenaria di Roma e indissolubilmente legata al rapporto della citta con l’acqua. Roma citta di acquedotti, di terme e di fontane, di fiumi e di mare, rinsalda oggi il suo legame con le acque sotterranee consegnando al mondo scientifico, professionale e a tutti i cittadini che vorranno liberamente usufruirne la sua nuova Carta Idrogeologica. Per questo ed altri motivi, sono particolarmente fiera del percorso intrapreso e del risultato raggiunto. La nuova carta e frutto della collaborazione tra l’Amministrazione di Roma Capitale ed una vasta rappresentanza del mondo scientifico. Una collaborazione, tengo a sottolineare, del tutto inedita e non onerosa in termini economici in quanto nata con la volontà condivisa, istituzionalizzata con un protocollo d’intesa, di mettere a disposizione della collettività le più rilevanti conoscenze del settore. I dati messi a disposizione dai Dipartimenti “Tutela Ambientale” e “Programmazione ed Attuazione Urbanistica” di Roma Capitale sono confluiti nell’ampio bagaglio di conoscenze del mondo universitario e della ricerca, cosi da conferire alla nuova Carta Idrogeologica di Roma un indubbio carattere sperimentale da un lato, e molteplici elementi di innovatività dall’altro, anche grazie all’utilizzo della più aggiornata cartografia geologica di Roma come base e di nuovi rilievi in sito. Tengo poi ad evidenziare che l’elaborazione di questa nuova carta nasce e si affianca ad una serie di ulteriori progetti in tema di acque sotterranee che ho sempre sostenuto sin dall’inizio del mio mandato, e che sono in corso di realizzazione presso il Dipartimento Tutela Ambientale di Roma Capitale, a testimonianza di un rinnovato impegno di questa Amministrazione in tema di tutela delle acque e sostenibilità nell’impiego della risorsa. Progetti tutti caratterizzati da forti interconnessioni e molteplici finalità di utilizzo, ai quali la predisposizione di questa carta dara sicuramente un grande impulso. Con questo strumento di base sarà da oggi più semplice acquisire informazioni preliminari utili, ad esempio, a definire la migrazione di eventuali sostanze inquinati che dovessero interessare le falde acquifere, ma sarà anche più facile affrontare con maggiore consapevolezza le nuove sfide che lo sviluppo delle opere in sotterraneo della citta pone ogni giorno. Il documento inoltre e un’utile base conoscitiva per potenziare politiche di sfruttamento di risorse energetiche rinnovabili quali quelle dell’energia geotermica a bassa entalpia. Nell’ambito della strategia di resilienza poi, che questa Amministrazione sta pianificando, un intero filone tematico riguarda l’acqua, intesa in tutte le sue manifestazioni, superficiali e sotterranee. La Carta Idrogeologica costituisce un elemento informativo di base importantissimo per questo scopo. Un esempio virtuoso quindi ed un grande contributo per la nostra citta per cui mi sento di ringraziare vivamente tutti quanti vi hanno contribuito ed in particolare, oltre al Servizio Bonifica Siti Inquinati e Geologia Ambientale e gli altri Uffici di Roma Capitale, il Dipartimento di Scienze dell’Università degli Studi Roma Tre, il Servizio Geologico d’Italia - ISPRA, il CNR-IGAG, il CERI - Sapienza e l’INGV.

The millenary history of Rome is inextricably linked to the relationship of the city with the water. Rome city of aqueducts, of spas and fountains, rivers and sea, today strengthens its ties with groundwater delivering to the scientific and professional world and to all citizens who want to freely use, its new Hydrogeological Map. For this and other reasons, I am particularly proud of the path taken and the achieved result. The new map is fruit of the collaboration between the Administration of Roma Capitale and a wide representation of the scientific world. A partnership, I want to emphasize, entirely new and not onerous in economic terms, as born with the shared will (institutionalized with a protocol agreement) of providing the community the most relevant industry insights. Data provided by the “Environmental Protection” and “Urban Planning” Departments of Roma Capitale flowed in the large store of knowledge of the academic and research world, so to confer to the new Hydrogeological map of Rome an undoubted experimental character, on one hand, and multiple innovative elements the other, also thanks to the use of the most recent geological map of Rome as the base, and new site surveys. I want then to highlight that drawing up this new map is born and joins to a series of other projects in the field of groundwater that I have always supported from the beginning of my mandate, and that are being implemented at the Environmental Protection Department of Roma Capitale, testifying to a renewed effort of this Administration in terms of water protection and sustainability in the use of the resource. All these projects are characterized by strong interconnections and multiple purposes of use, to which the predisposition of this map will surely give a great impulse. With this basic tool is now easier to acquire preliminary useful information for example to define the migration of any contaminant that may affect groundwater, but it will also be easier to deal with greater awareness the new challenges that the development of underground works of the city puts each day. The document is also a useful knowledge base for policies to enhance the exploitation of renewable resources such as low enthalpy geothermal energy. Within its strategy of resilience that the Administration is planning, an entire thematic strand relates the water, seen in all its manifestations, from surface to groundwater. The Hydrogeological Map constitutes a basic informative element important for this purpose. A virtuous example and therefore a great contribution to our city for which I would sincerely thank all those who have contributed and in particular, in addition to the Contaminated Sites Remediation and Environmental Geology Service and the other offices of Roma Capitale, the Science Department of RomaTRE University, Geological Survey of Italy - ISPRA, the CNR-IGAG, the CERI - Sapienza and the INGV.

La Vigna, F., Mazza, R. (2015). Carta Idrogeologica di Roma - Hydrogeological Map of Rome - Scala-Scale 1:50.000.

Carta Idrogeologica di Roma - Hydrogeological Map of Rome - Scala-Scale 1:50.000

MAZZA, Roberto
2015-01-01

Abstract

La storia millenaria di Roma e indissolubilmente legata al rapporto della citta con l’acqua. Roma citta di acquedotti, di terme e di fontane, di fiumi e di mare, rinsalda oggi il suo legame con le acque sotterranee consegnando al mondo scientifico, professionale e a tutti i cittadini che vorranno liberamente usufruirne la sua nuova Carta Idrogeologica. Per questo ed altri motivi, sono particolarmente fiera del percorso intrapreso e del risultato raggiunto. La nuova carta e frutto della collaborazione tra l’Amministrazione di Roma Capitale ed una vasta rappresentanza del mondo scientifico. Una collaborazione, tengo a sottolineare, del tutto inedita e non onerosa in termini economici in quanto nata con la volontà condivisa, istituzionalizzata con un protocollo d’intesa, di mettere a disposizione della collettività le più rilevanti conoscenze del settore. I dati messi a disposizione dai Dipartimenti “Tutela Ambientale” e “Programmazione ed Attuazione Urbanistica” di Roma Capitale sono confluiti nell’ampio bagaglio di conoscenze del mondo universitario e della ricerca, cosi da conferire alla nuova Carta Idrogeologica di Roma un indubbio carattere sperimentale da un lato, e molteplici elementi di innovatività dall’altro, anche grazie all’utilizzo della più aggiornata cartografia geologica di Roma come base e di nuovi rilievi in sito. Tengo poi ad evidenziare che l’elaborazione di questa nuova carta nasce e si affianca ad una serie di ulteriori progetti in tema di acque sotterranee che ho sempre sostenuto sin dall’inizio del mio mandato, e che sono in corso di realizzazione presso il Dipartimento Tutela Ambientale di Roma Capitale, a testimonianza di un rinnovato impegno di questa Amministrazione in tema di tutela delle acque e sostenibilità nell’impiego della risorsa. Progetti tutti caratterizzati da forti interconnessioni e molteplici finalità di utilizzo, ai quali la predisposizione di questa carta dara sicuramente un grande impulso. Con questo strumento di base sarà da oggi più semplice acquisire informazioni preliminari utili, ad esempio, a definire la migrazione di eventuali sostanze inquinati che dovessero interessare le falde acquifere, ma sarà anche più facile affrontare con maggiore consapevolezza le nuove sfide che lo sviluppo delle opere in sotterraneo della citta pone ogni giorno. Il documento inoltre e un’utile base conoscitiva per potenziare politiche di sfruttamento di risorse energetiche rinnovabili quali quelle dell’energia geotermica a bassa entalpia. Nell’ambito della strategia di resilienza poi, che questa Amministrazione sta pianificando, un intero filone tematico riguarda l’acqua, intesa in tutte le sue manifestazioni, superficiali e sotterranee. La Carta Idrogeologica costituisce un elemento informativo di base importantissimo per questo scopo. Un esempio virtuoso quindi ed un grande contributo per la nostra citta per cui mi sento di ringraziare vivamente tutti quanti vi hanno contribuito ed in particolare, oltre al Servizio Bonifica Siti Inquinati e Geologia Ambientale e gli altri Uffici di Roma Capitale, il Dipartimento di Scienze dell’Università degli Studi Roma Tre, il Servizio Geologico d’Italia - ISPRA, il CNR-IGAG, il CERI - Sapienza e l’INGV.
The millenary history of Rome is inextricably linked to the relationship of the city with the water. Rome city of aqueducts, of spas and fountains, rivers and sea, today strengthens its ties with groundwater delivering to the scientific and professional world and to all citizens who want to freely use, its new Hydrogeological Map. For this and other reasons, I am particularly proud of the path taken and the achieved result. The new map is fruit of the collaboration between the Administration of Roma Capitale and a wide representation of the scientific world. A partnership, I want to emphasize, entirely new and not onerous in economic terms, as born with the shared will (institutionalized with a protocol agreement) of providing the community the most relevant industry insights. Data provided by the “Environmental Protection” and “Urban Planning” Departments of Roma Capitale flowed in the large store of knowledge of the academic and research world, so to confer to the new Hydrogeological map of Rome an undoubted experimental character, on one hand, and multiple innovative elements the other, also thanks to the use of the most recent geological map of Rome as the base, and new site surveys. I want then to highlight that drawing up this new map is born and joins to a series of other projects in the field of groundwater that I have always supported from the beginning of my mandate, and that are being implemented at the Environmental Protection Department of Roma Capitale, testifying to a renewed effort of this Administration in terms of water protection and sustainability in the use of the resource. All these projects are characterized by strong interconnections and multiple purposes of use, to which the predisposition of this map will surely give a great impulse. With this basic tool is now easier to acquire preliminary useful information for example to define the migration of any contaminant that may affect groundwater, but it will also be easier to deal with greater awareness the new challenges that the development of underground works of the city puts each day. The document is also a useful knowledge base for policies to enhance the exploitation of renewable resources such as low enthalpy geothermal energy. Within its strategy of resilience that the Administration is planning, an entire thematic strand relates the water, seen in all its manifestations, from surface to groundwater. The Hydrogeological Map constitutes a basic informative element important for this purpose. A virtuous example and therefore a great contribution to our city for which I would sincerely thank all those who have contributed and in particular, in addition to the Contaminated Sites Remediation and Environmental Geology Service and the other offices of Roma Capitale, the Science Department of RomaTRE University, Geological Survey of Italy - ISPRA, the CNR-IGAG, the CERI - Sapienza and the INGV.
La Vigna, F., Mazza, R. (2015). Carta Idrogeologica di Roma - Hydrogeological Map of Rome - Scala-Scale 1:50.000.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11590/193752
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact