Scrittura e filologia nell’era digitale: fra processi cognitivi e varianti elettroniche