Tra reale e irreale: giovani ai margini