Tra autorappresentazione, cronaca e negozio spirituale. Il trattato del mercedario Ignazio Vidondo e la redenzione di Algeri del 1654