“Non vogando ma volando”: spazio e viaggio nel Decameron