La stesura di "Porcile". Pasolini tra Dante, Peter Weiss e il Living Theatre