Maria Callas interprete del film Medea di Pier Paolo Pasolini. Dialettica tra persona e personaggio, corpo e simbolo. Il motivo del doppio. Il primo piano e l'investimento feticistico. La privazione del canto e lo sguardo oracolare . La Callas come presenza magica e visionaria, in bilico tra mondo antico e tragica incertezza del presente.

Stefania Parigi (2016). La cantatrice muta di Pasolini. In J.P. Luca Aversano (a cura di), Mille e una Callas (pp. 281-289). Macerata : Quodlibet.

La cantatrice muta di Pasolini

PARIGI, Stefania
2016

Abstract

Maria Callas interprete del film Medea di Pier Paolo Pasolini. Dialettica tra persona e personaggio, corpo e simbolo. Il motivo del doppio. Il primo piano e l'investimento feticistico. La privazione del canto e lo sguardo oracolare . La Callas come presenza magica e visionaria, in bilico tra mondo antico e tragica incertezza del presente.
978-88-7462-772-1
Stefania Parigi (2016). La cantatrice muta di Pasolini. In J.P. Luca Aversano (a cura di), Mille e una Callas (pp. 281-289). Macerata : Quodlibet.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11590/311295
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact