Da "Commerce" a "Botteghe Oscure", dal modernismo all'internazionalismo