Fernanda Farias de Albuquerque, arrivata in Italia nei primi anni Novanta del secolo scorso, ha raccontato la propria esperienza di migrazione dal Brasile e di mutazione transessuale in un diario redatto nel carcere romano di Rebibbia. Il manoscritto è stato poi rivisitato da Maurizio Iannelli e pubblicato, in italiano, col titolo di Princesa nel 1994, dall’editore romano Sensibili alle foglie. In quel libro, che ha offerto la prima occasione di dialogo tra la cultura nazionale e la cosiddetta letteratura migrante grazie anche alla riduzione del racconto in forma di canzone operata da Fabrizio De Andrè nel 1996, è oggi possibile valutare la modificazione prodotta dalla “traduzione” in italiano standard del pastiche che caratterizzava il manoscritto. Il coautore italiano (ideatore oggi del fortunato format televisivo Amorecriminale) ha tuttavia mescidato il proprio italiano col registro linguistico della saga nordestinaIl Grande Sertão di Guimarães Rosa (1956). Lo stile dello scrittore brasiliano, filtrato attraverso la traduzione di Edoardo Bizzarri, produce allora uno straniamento di quello standard che sembrava mortificare lo spessore polifonico del manoscritto. Nel sito www.princesa20.it, ideato – a venti anni dall’edizione a stampa, dal sottoscritto e realizzato con la collaborazione di Anna Proto Pisani (UniversitéAix – Marseille) nel 2014, grazie ad un finanziamento del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università Roma Tre e ad un cofinanziamento del Centre Aixois d’étudesromanes, è ora possibile rileggere il racconto del 1994 in un contesto digitale e multimediale, confrontarlo con il manoscritto di Farias de Albuquerque, farlo interagire con la canzone di De André e con il film omonimo di Henrique Goldman. Il sito è stato concepito allo scopo di fornire la prima edizione critica digitale di un “piccolo classico” della letteratura dell’Italia multiculturale.

Fracassa, U. (2017). "Le braci di un'unica stella". Per l'edizione digitale di Princesa. In Marco Gargiulo (a cura di), Incroci. Luoghi della creatività e reti della comunicazione (pp. 87-104). roma : aracne.

"Le braci di un'unica stella". Per l'edizione digitale di Princesa

FRACASSA, UGO
2017-01-01

Abstract

Fernanda Farias de Albuquerque, arrivata in Italia nei primi anni Novanta del secolo scorso, ha raccontato la propria esperienza di migrazione dal Brasile e di mutazione transessuale in un diario redatto nel carcere romano di Rebibbia. Il manoscritto è stato poi rivisitato da Maurizio Iannelli e pubblicato, in italiano, col titolo di Princesa nel 1994, dall’editore romano Sensibili alle foglie. In quel libro, che ha offerto la prima occasione di dialogo tra la cultura nazionale e la cosiddetta letteratura migrante grazie anche alla riduzione del racconto in forma di canzone operata da Fabrizio De Andrè nel 1996, è oggi possibile valutare la modificazione prodotta dalla “traduzione” in italiano standard del pastiche che caratterizzava il manoscritto. Il coautore italiano (ideatore oggi del fortunato format televisivo Amorecriminale) ha tuttavia mescidato il proprio italiano col registro linguistico della saga nordestinaIl Grande Sertão di Guimarães Rosa (1956). Lo stile dello scrittore brasiliano, filtrato attraverso la traduzione di Edoardo Bizzarri, produce allora uno straniamento di quello standard che sembrava mortificare lo spessore polifonico del manoscritto. Nel sito www.princesa20.it, ideato – a venti anni dall’edizione a stampa, dal sottoscritto e realizzato con la collaborazione di Anna Proto Pisani (UniversitéAix – Marseille) nel 2014, grazie ad un finanziamento del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università Roma Tre e ad un cofinanziamento del Centre Aixois d’étudesromanes, è ora possibile rileggere il racconto del 1994 in un contesto digitale e multimediale, confrontarlo con il manoscritto di Farias de Albuquerque, farlo interagire con la canzone di De André e con il film omonimo di Henrique Goldman. Il sito è stato concepito allo scopo di fornire la prima edizione critica digitale di un “piccolo classico” della letteratura dell’Italia multiculturale.
Fracassa, U. (2017). "Le braci di un'unica stella". Per l'edizione digitale di Princesa. In Marco Gargiulo (a cura di), Incroci. Luoghi della creatività e reti della comunicazione (pp. 87-104). roma : aracne.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11590/314272
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact