The text illustrates the transformation processes of the Flavian Amphitheater, from a pagan building used as an arena for gladiatorial fights to the place of the torture of Christian martyrs. Starting from medieval sources, it focuses on the construction of the Chapel dedicated to Santa Maria della Pietà and, starting from the end of the seventeenth century, in projects aimed to build a church dedicated to the Martyrs - Gian Lorenzo Bernini and Carlo Fontana, to reach the mid-eighteenth century, under Benedict XIV, to the construction of the fourteen aedicules of the Via Crucis, by Paolo Posi, and their reconstruction, in the second decade of the nineteenth century, following the excavations promoted by the Napoleonic administration.

Il testo illustra i processi di trasformazione dell'Anfiteatro Flavio, da edificio pagano adibito ai giochi gladiatori a luogo del supplizio dei martiri cristiani. Partendo dalle fonti medievali, si sofferma sull'edificazione della Cappella intitolata a Santa Maria della Pietà e, a partire dalla fine del Seicento, nei progetti per realizzare una chiesa dedicata ai Santi Martiri -prima di Gian Lorenzo Bernini e poi del suo allievo Carlo Fontana, per giungere alla metà del Settecento, sotto Benedetto XIV alla realizzazione delle quattordici edicole della Via Crucis, ad opera di Paolo Posi, e alla loro ricostruzione, nella seconda decade dell'Ottocento, a seguito degli scavi promossi dall'Amministrazione napoleonica.

SEGARRA LAGUNES, M.M. (2017). Presenze cristiane nel Colosseo: da Santa Maria della Pietà alle edicole della Via Crucis. In R.S.V. Rossella Rea (a cura di), Colosseo (pp. 128-143). Milano : Mondadori Electa.

Presenze cristiane nel Colosseo: da Santa Maria della Pietà alle edicole della Via Crucis

SEGARRA LAGUNES, MARIA MARGARITA
2017-01-01

Abstract

Il testo illustra i processi di trasformazione dell'Anfiteatro Flavio, da edificio pagano adibito ai giochi gladiatori a luogo del supplizio dei martiri cristiani. Partendo dalle fonti medievali, si sofferma sull'edificazione della Cappella intitolata a Santa Maria della Pietà e, a partire dalla fine del Seicento, nei progetti per realizzare una chiesa dedicata ai Santi Martiri -prima di Gian Lorenzo Bernini e poi del suo allievo Carlo Fontana, per giungere alla metà del Settecento, sotto Benedetto XIV alla realizzazione delle quattordici edicole della Via Crucis, ad opera di Paolo Posi, e alla loro ricostruzione, nella seconda decade dell'Ottocento, a seguito degli scavi promossi dall'Amministrazione napoleonica.
978-88-918-1389-3
The text illustrates the transformation processes of the Flavian Amphitheater, from a pagan building used as an arena for gladiatorial fights to the place of the torture of Christian martyrs. Starting from medieval sources, it focuses on the construction of the Chapel dedicated to Santa Maria della Pietà and, starting from the end of the seventeenth century, in projects aimed to build a church dedicated to the Martyrs - Gian Lorenzo Bernini and Carlo Fontana, to reach the mid-eighteenth century, under Benedict XIV, to the construction of the fourteen aedicules of the Via Crucis, by Paolo Posi, and their reconstruction, in the second decade of the nineteenth century, following the excavations promoted by the Napoleonic administration.
SEGARRA LAGUNES, M.M. (2017). Presenze cristiane nel Colosseo: da Santa Maria della Pietà alle edicole della Via Crucis. In R.S.V. Rossella Rea (a cura di), Colosseo (pp. 128-143). Milano : Mondadori Electa.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11590/321655
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact