Il “ritratto” di Apollodoro di Damasco