Si tratta di un articolo su un'azione artistica compiuta a Mons, in Belgio, in occasione di Mons Capitale Europea della Cultura. Un opera compiuta dall'artista francese Karelle Ménine, dal titolo "La Phrase", che consiste in una scritta lunga 10 chilometri che attraversa tutta la città. Un lungo nastro poetico che passa davanti agli occhi dei cittadini correndo sui davanzali delle finestre, per poi scendere sui marciapiedi, incorniciare le porte, attraversare le strade sulle strisce e scorre all’indietro quando la si trova alla nostra destra. Un'opera che mette in gioco la città, i cittadini, con un grande sforzo organizzativo e relazionale e una grande ricchezza poetica e politica: la ricerca dei proprietari delle facciate, le discussioni in merito al progetto per firmare una ad una tutte le convenzioni, i permessi, la tecnica di incollaggio per preservare le facciate storiche, i rilievi degli elementi architettonici mandati per mail a chi deve impaginare la scritta e poi rispedirla a chi la deve scrivere a mano e posizionare in situ. Un opera di arte urbana che ha cambiato il paesaggio e la consapevolezza di un'intera città sulla sua storia e sulle sue amnesie.

Careri, F. (2016). Panottico Poetico / Panoptique Poetique. In La Phrase, une expérience de poésie urbaine (pp. 306-311). Paris : Gallimard Alternatives.

Panottico Poetico / Panoptique Poetique

CARERI, FRANCESCO
2016-01-01

Abstract

Si tratta di un articolo su un'azione artistica compiuta a Mons, in Belgio, in occasione di Mons Capitale Europea della Cultura. Un opera compiuta dall'artista francese Karelle Ménine, dal titolo "La Phrase", che consiste in una scritta lunga 10 chilometri che attraversa tutta la città. Un lungo nastro poetico che passa davanti agli occhi dei cittadini correndo sui davanzali delle finestre, per poi scendere sui marciapiedi, incorniciare le porte, attraversare le strade sulle strisce e scorre all’indietro quando la si trova alla nostra destra. Un'opera che mette in gioco la città, i cittadini, con un grande sforzo organizzativo e relazionale e una grande ricchezza poetica e politica: la ricerca dei proprietari delle facciate, le discussioni in merito al progetto per firmare una ad una tutte le convenzioni, i permessi, la tecnica di incollaggio per preservare le facciate storiche, i rilievi degli elementi architettonici mandati per mail a chi deve impaginare la scritta e poi rispedirla a chi la deve scrivere a mano e posizionare in situ. Un opera di arte urbana che ha cambiato il paesaggio e la consapevolezza di un'intera città sulla sua storia e sulle sue amnesie.
978-207266-008-5
Tout au long de l’année 2015, une phrase, La Phrase, s’est faufilée de façade en façade, sur 10 kms, au cœur de la ville de Mons, petite ville belge alors devenue Capitale européenne de la Culture. Imaginé et porté par Karelle Ménine et Ruedi Baur, ce projet fou consistait à écrire à la main sur les murs de la ville un long texte composé des œuvres des écrivains qui avaient vécu là et de leurs contemporains – le poète français Paul Verlaine (enfermé à la prison de Mons), le flamand Emile Verhaeren, le surréaliste Fernand Dumont, Rainer Maria Rilke, André Breton, Paul Eluard... – ainsi que des échanges avec les habitants. Cette performance littéraire et graphique a impacté le visage de Mons durant une année. Unique, d’envergure, La Phrase a été retirée en janvier 2016, ne laissant derrière elle que de rares passages. Cet ouvrage retrace la vie de cette Phrase, de sa conception à sa réception par les citoyens, donne à voir sa mise en oeuvre, et invite à se plonger dans une poésie surprenante. Il entend conserver la trace de ce qui a su fédérer une ville autour de son patrimoine littéraire dans une expression artistique nouvelle, mais également explorer les questions soulevées en matière d’architecture, de littérature ou de tourisme. La Phrase a voulu bousculer le capital d’une ville avec pour seul outil un récit poétique écrit entre le Moyen Âge et 1945. Le résultat interrogera chacun sur l’utilisation que nous réservons à notre héritage littéraire.
Careri, F. (2016). Panottico Poetico / Panoptique Poetique. In La Phrase, une expérience de poésie urbaine (pp. 306-311). Paris : Gallimard Alternatives.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11590/324320
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact