Il vedere come realizzazione pratico-grammaticale. Un punto di partenza per la sociologia visuale