Agnese De Donato, il movimento femminista e la rivista “effe”