Le rivalità sorte tra criollos e peninsulares in Perù, sono un aspetto caratteristico della situazione sociale nell’America spagnola durante il XVII secolo. Negli scritti del tempo si ritrovano argomentazioni a favore della concessione di maggiore spazio ai creoli nelle cariche pubbliche, negli ordini religiosi, nelle funzioni di responsabilità, in generale nella vita pubblica. Questo avvenne attraverso l’uso di vari registri discorsivi. Uno di questi fu il tentativo di convincere la metropoli della situazione di sostanziale parità in cui si trovavano i creoli rispetto ai peninsulares rispetto alle proprie qualità naturali, ma anche rispetto alle proprie inclinazioni, l’educazione, la vita in generale. In questo modo, si creò una prima coscienza protocreola: per difendersi dalle accuse all’ambiente americano che mirava a distinguerli dagli spagnoli della penisola i creoli, a loro volta, crearono nuovi argomenti di distinzione nei confronti della millenaria popolazione autoctona, gli indios; inoltre, utilizzarono alcune questioni riguardanti le popolazioni autoctone a proprio favore. In questo studio si affronta l’argomento così come si sviluppò nel Vicereame del Perù, in particolare a Lima, agli inizi del XVII secolo.

GUARNIERI CALO' CARDUCCI, L. (2017). “Sotto un altro cielo”: la considerazione del clima nella formazione di una coscienza creola nel Perù del XVII secolo. In L.G.C.C. Paolo Broggio (a cura di), Europa ed America allo specchio. Studi per Francesca Cantù (pp. 293-316). Roma : Viella.

“Sotto un altro cielo”: la considerazione del clima nella formazione di una coscienza creola nel Perù del XVII secolo

Luigi Guarnieri Calò Carducci
2017-01-01

Abstract

Le rivalità sorte tra criollos e peninsulares in Perù, sono un aspetto caratteristico della situazione sociale nell’America spagnola durante il XVII secolo. Negli scritti del tempo si ritrovano argomentazioni a favore della concessione di maggiore spazio ai creoli nelle cariche pubbliche, negli ordini religiosi, nelle funzioni di responsabilità, in generale nella vita pubblica. Questo avvenne attraverso l’uso di vari registri discorsivi. Uno di questi fu il tentativo di convincere la metropoli della situazione di sostanziale parità in cui si trovavano i creoli rispetto ai peninsulares rispetto alle proprie qualità naturali, ma anche rispetto alle proprie inclinazioni, l’educazione, la vita in generale. In questo modo, si creò una prima coscienza protocreola: per difendersi dalle accuse all’ambiente americano che mirava a distinguerli dagli spagnoli della penisola i creoli, a loro volta, crearono nuovi argomenti di distinzione nei confronti della millenaria popolazione autoctona, gli indios; inoltre, utilizzarono alcune questioni riguardanti le popolazioni autoctone a proprio favore. In questo studio si affronta l’argomento così come si sviluppò nel Vicereame del Perù, in particolare a Lima, agli inizi del XVII secolo.
978-88-6728-9332
Las rivalidades que surgieron entre criollos y peninsulares en el Perú son un aspecto característico de la situación social en la América española durante el siglo XVII. En los escritos de la época hay argumentos a favor de otorgar mayor espacio a los criollos en los cargos públicos, en las órdenes religiosas, en las funciones de responsabilidad, en general en la vida pública. Esto sucedió mediante el uso de varios registros discursivos. Uno de ellos fue el intento de convencer a la metrópoli de la situación de sustancial igualdad en la que se encontraban los criollos con respecto a los peninsulares en cuanto a sus cualidades naturales, pero también en cuanto a sus gustos, educación, vida en general. De esta manera, se creó una primera conciencia protocreólica: para defenderse de las acusaciones contra el medio americano que pretendían distinguirlos de los españoles de la península, los criollos, a su vez, crearon nuevos argumentos de distinción contra la población indígena milenaria, los indios; además, utilizaron algunas cuestiones relativas a los pueblos indígenas a su favor. Este estudio trata el tema tal como se desarrolló en el Virreinato del Perú, en particular en Lima, a principios del siglo XVII.
GUARNIERI CALO' CARDUCCI, L. (2017). “Sotto un altro cielo”: la considerazione del clima nella formazione di una coscienza creola nel Perù del XVII secolo. In L.G.C.C. Paolo Broggio (a cura di), Europa ed America allo specchio. Studi per Francesca Cantù (pp. 293-316). Roma : Viella.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11590/328610
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact