Il criterio guida dell'azione esterna dell'Unione: dalla promozione dei valori al "principled pragmatism"