Analisi fenomenologiche si combinano con verifiche sperimentali condotte in laboratorio o “sul campo”. Vengono discusse le condizioni che sottendono conflitti psichici e le emozioni e motivazioni connesse, i rapporti con attribuzioni di significato e meccanismi di difesa. Viene offerta una sintesi delle influenze che tali attivazioni, consapevoli o meno, hanno sul comportamento umano e sui processi educativi. Per quanto concerne le scienze dell’educazione e della formazione, infatti, lo studio delle caratteristiche, condizioni e conseguenze del conflitto psichico risulta di rilevante importanza sia nell’ambito della pianificazione delle strategie didattiche basate su una reale individualizzazione del processo di insegnamento-apprendimento, sia nell’ambito della gestione della relazione educativa e delle dinamiche interpersonali che coinvolgono docenti e dirigenti scolastici. Adottando un’ottica interdisciplinare si rileva facilmente come i contributi forniti dalla ricerca di base qui presentati permettano di approfondire la conoscenza dei processi formativi. Viene consegnata al lettore, fra l’altro, una efficace tecnica di ricerca nell'ambito dello stress e del conflitto: la rievocazione disegnata, la quale permette la decifrazione del linguaggio grafico-pittorico e delle relazioni tra forme, colori, significati, su cui si articolano varie forme di comunicazione, compresa quella didattica. Vengono infine forniti lineamenti teorici e metodologici utili per la identificazione di variabili motivazionali e cognitive, inclusi gli atteggiamenti, rilevanti in ambito educativo e formativo.

Biasi, V. (2019). Conflitto psichico e Educazione. Fenomenologia e sperimentazione.. MILANO : LED.

Conflitto psichico e Educazione. Fenomenologia e sperimentazione.

Biasi V.
2019

Abstract

Analisi fenomenologiche si combinano con verifiche sperimentali condotte in laboratorio o “sul campo”. Vengono discusse le condizioni che sottendono conflitti psichici e le emozioni e motivazioni connesse, i rapporti con attribuzioni di significato e meccanismi di difesa. Viene offerta una sintesi delle influenze che tali attivazioni, consapevoli o meno, hanno sul comportamento umano e sui processi educativi. Per quanto concerne le scienze dell’educazione e della formazione, infatti, lo studio delle caratteristiche, condizioni e conseguenze del conflitto psichico risulta di rilevante importanza sia nell’ambito della pianificazione delle strategie didattiche basate su una reale individualizzazione del processo di insegnamento-apprendimento, sia nell’ambito della gestione della relazione educativa e delle dinamiche interpersonali che coinvolgono docenti e dirigenti scolastici. Adottando un’ottica interdisciplinare si rileva facilmente come i contributi forniti dalla ricerca di base qui presentati permettano di approfondire la conoscenza dei processi formativi. Viene consegnata al lettore, fra l’altro, una efficace tecnica di ricerca nell'ambito dello stress e del conflitto: la rievocazione disegnata, la quale permette la decifrazione del linguaggio grafico-pittorico e delle relazioni tra forme, colori, significati, su cui si articolano varie forme di comunicazione, compresa quella didattica. Vengono infine forniti lineamenti teorici e metodologici utili per la identificazione di variabili motivazionali e cognitive, inclusi gli atteggiamenti, rilevanti in ambito educativo e formativo.
978-88-7916-899-1
Biasi, V. (2019). Conflitto psichico e Educazione. Fenomenologia e sperimentazione.. MILANO : LED.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11590/350746
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact