Cartografie immaginarie e politiche sessuali in "Mimì metallurgico ferito nell’onore"