You cannot deal with the complexity of everyday life, the risk of change, the plurality of roles to which individuals must meet, the speed of change and the variety of transitions, without a constant work of reflexivity and learning. Always learn to orient themselves, to choose their own paths, to use the informations, to develop the skills needed in different contexts, in different careers and roles in the various seasons of life, to develop a reflective thinking, creative and responsible. The paper is intended, therefore, to provide some ideas for a re-reading of reflexivity - and the dynamics underlying it - starting from the approach of Mezirow on “learning and transformation”, as well as an overview on the theory of Dewey, the hypothesis of Schön’s reflective practitioner, and critical theory of Habermas.

Non si può affrontare la complessità del vivere quotidiano, il rischio del cambiamento, la pluralità di ruoli a cui gli individui devono rispondere, la velocità dei cambiamenti e la molteplicità delle transizioni, senza un lavoro costante di riflessività e di apprendimento. Imparare sempre per orientarsi, per scegliere i propri percorsi, per usare le informazioni, per sviluppare le competenze necessarie nei diversi contesti, nelle diverse carriere e ruoli, nelle varie stagioni della vita, per sviluppare un pensiero riflessivo, creativo e responsabile. Il contributo intende, dunque, fornire alcuni spunti per una rilettura della riflessività – e delle dinamiche ad essa sottese – a partire dall’approccio di Mezirow su “apprendimento e trasformazione”, nonché un excursus sulla teoria dell’indagine di Dewey, l’ipotesi del professionista riflessivo di Schön, e la teoria critica di Habermas.

Pignalberi, C. (2015). La riflessività in educazione. Un percorso di analisi e studio di matrice pedagogica. In Giuditta Alessandrini e Maria Luisa De Natale (a cura di), Il dibattito sulle competenze. Quale prospettiva pedagogica? (pp. 173-205). Lecce/Brescia : Pensa Multimedia.

La riflessività in educazione. Un percorso di analisi e studio di matrice pedagogica

Claudio Pignalberi
2015-01-01

Abstract

Non si può affrontare la complessità del vivere quotidiano, il rischio del cambiamento, la pluralità di ruoli a cui gli individui devono rispondere, la velocità dei cambiamenti e la molteplicità delle transizioni, senza un lavoro costante di riflessività e di apprendimento. Imparare sempre per orientarsi, per scegliere i propri percorsi, per usare le informazioni, per sviluppare le competenze necessarie nei diversi contesti, nelle diverse carriere e ruoli, nelle varie stagioni della vita, per sviluppare un pensiero riflessivo, creativo e responsabile. Il contributo intende, dunque, fornire alcuni spunti per una rilettura della riflessività – e delle dinamiche ad essa sottese – a partire dall’approccio di Mezirow su “apprendimento e trasformazione”, nonché un excursus sulla teoria dell’indagine di Dewey, l’ipotesi del professionista riflessivo di Schön, e la teoria critica di Habermas.
9788867603244
You cannot deal with the complexity of everyday life, the risk of change, the plurality of roles to which individuals must meet, the speed of change and the variety of transitions, without a constant work of reflexivity and learning. Always learn to orient themselves, to choose their own paths, to use the informations, to develop the skills needed in different contexts, in different careers and roles in the various seasons of life, to develop a reflective thinking, creative and responsible. The paper is intended, therefore, to provide some ideas for a re-reading of reflexivity - and the dynamics underlying it - starting from the approach of Mezirow on “learning and transformation”, as well as an overview on the theory of Dewey, the hypothesis of Schön’s reflective practitioner, and critical theory of Habermas.
Pignalberi, C. (2015). La riflessività in educazione. Un percorso di analisi e studio di matrice pedagogica. In Giuditta Alessandrini e Maria Luisa De Natale (a cura di), Il dibattito sulle competenze. Quale prospettiva pedagogica? (pp. 173-205). Lecce/Brescia : Pensa Multimedia.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11590/373905
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact