Il fascismo tra proiezione verso il futuro e fantascienza