La crisi degli anni Novanta ha segnato una profonda cesura tra la storia e le memorie del Paese, al punto da offuscare il racconto di tutta la vicenda repubblicana, a partire dal suo momento fondativo. Guardando agli anni dell’età costituente, possiamo ripercorrere quei passaggi (culture politiche e istituzionali, esperienze e orizzonti di aspettativa) che nel 1946 permisero il “miracolo” della nascita della Repubblica e la costruzione della democrazia italiana: in questo contesto il referendum istituzionale del 2-3 giugno fu il punto di svolta che chiuse la transizione dopo la fine della dittatura fascista. Se all’indomani del conflitto bellico si riproposero le fratture del Paese sul piano sociale ed economico (Nord e Sud, città e campagna, contadini e proprietari, operai e ceti medi), la consultazione popolare rappresentò l’effettivo “momento repubblicano” nella storia dell’Italia unita e nel suo accesso al novero delle democrazie europee.

Ridolfi, M. (2020). Il progetto “2 giugno”, in Id. (a cura di), 2 giugno. Nascita, storia e memorie della Repubblica, vol. I, Il “momento repubblicano” nella costruzione della democrazia, Viella, Roma 2020, pp. 7-22, [Isbn: 9788833137070]. In M. Ridolfi (a cura di), 2 giugno. Nascita, storia e memorie della Repubblica, vol. I, Il “momento repubblicano” nella costruzione della democrazia, Viella, Roma 2020, pp. 7-22, [Isbn: 9788833137070] (pp. 7-22). Roma : Viella.

Il progetto “2 giugno”, in Id. (a cura di), 2 giugno. Nascita, storia e memorie della Repubblica, vol. I, Il “momento repubblicano” nella costruzione della democrazia, Viella, Roma 2020, pp. 7-22, [Isbn: 9788833137070]

Maurizio Ridolfi
2020-01-01

Abstract

La crisi degli anni Novanta ha segnato una profonda cesura tra la storia e le memorie del Paese, al punto da offuscare il racconto di tutta la vicenda repubblicana, a partire dal suo momento fondativo. Guardando agli anni dell’età costituente, possiamo ripercorrere quei passaggi (culture politiche e istituzionali, esperienze e orizzonti di aspettativa) che nel 1946 permisero il “miracolo” della nascita della Repubblica e la costruzione della democrazia italiana: in questo contesto il referendum istituzionale del 2-3 giugno fu il punto di svolta che chiuse la transizione dopo la fine della dittatura fascista. Se all’indomani del conflitto bellico si riproposero le fratture del Paese sul piano sociale ed economico (Nord e Sud, città e campagna, contadini e proprietari, operai e ceti medi), la consultazione popolare rappresentò l’effettivo “momento repubblicano” nella storia dell’Italia unita e nel suo accesso al novero delle democrazie europee.
9788833137070
Ridolfi, M. (2020). Il progetto “2 giugno”, in Id. (a cura di), 2 giugno. Nascita, storia e memorie della Repubblica, vol. I, Il “momento repubblicano” nella costruzione della democrazia, Viella, Roma 2020, pp. 7-22, [Isbn: 9788833137070]. In M. Ridolfi (a cura di), 2 giugno. Nascita, storia e memorie della Repubblica, vol. I, Il “momento repubblicano” nella costruzione della democrazia, Viella, Roma 2020, pp. 7-22, [Isbn: 9788833137070] (pp. 7-22). Roma : Viella.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11590/378470
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact