The pedagogical point of view must participate in the interdisciplinary debate that in the last few months has been providing readings and analyses of the impact produced, from spring 2020, for individuals and within micro- and macro-social contexts, on lifestyles, on social, communicative, expressive, learning styles, on the perception of reality. This article analyses and reads the answers that a group of teachers, educators and parents gave, in the first confinement months in Italy, to the questions of a questionnaire committed to observing the discomfort felt and lived because of the unforeseen pressure experienced within individual and collective times and spaces.

Il punto di vista pedagogico deve partecipare al dibattito interdisciplinare che negli ultimi mesi ha proposto letture e analisi dell’impatto prodotto, a partire dalla primavera del 2020, per gli individui e all’interno di micro- e macro-contesti sociali, su stili di vita, stili aggregativi e sociali, comunicativi, espressivi, di apprendimento, percezione della realtà. Questo articolo propone l’analisi e la lettura delle risposte che un gruppo di insegnanti, educatori, genitori hanno dato, nei primi mesi del confinamento in Italia, alle domande di un questionario impegnato a osservare il disagio prodotto dalla imprevista pressione vissuta in tempi e spazi individuali e collettivi.

Piccione, V.A. (2021). Il covid-19, la percezione del tempo vissuto, la percezione di tempi nuovi da vivere. In P.V.A. Geat Marina (a cura di), Nuovi paradigmi, nuovi stili, nuove sfide educative, LE RAGIONI DI ERASMUS vol. 5 (pp. 61-80). Roma : Roma TrE-press [10.13134/979-12-5977-019-6/4].

Il covid-19, la percezione del tempo vissuto, la percezione di tempi nuovi da vivere

Piccione Vincenzo Antonio
Investigation
2021

Abstract

Il punto di vista pedagogico deve partecipare al dibattito interdisciplinare che negli ultimi mesi ha proposto letture e analisi dell’impatto prodotto, a partire dalla primavera del 2020, per gli individui e all’interno di micro- e macro-contesti sociali, su stili di vita, stili aggregativi e sociali, comunicativi, espressivi, di apprendimento, percezione della realtà. Questo articolo propone l’analisi e la lettura delle risposte che un gruppo di insegnanti, educatori, genitori hanno dato, nei primi mesi del confinamento in Italia, alle domande di un questionario impegnato a osservare il disagio prodotto dalla imprevista pressione vissuta in tempi e spazi individuali e collettivi.
979-12-5977-019-6
The pedagogical point of view must participate in the interdisciplinary debate that in the last few months has been providing readings and analyses of the impact produced, from spring 2020, for individuals and within micro- and macro-social contexts, on lifestyles, on social, communicative, expressive, learning styles, on the perception of reality. This article analyses and reads the answers that a group of teachers, educators and parents gave, in the first confinement months in Italy, to the questions of a questionnaire committed to observing the discomfort felt and lived because of the unforeseen pressure experienced within individual and collective times and spaces.
Piccione, V.A. (2021). Il covid-19, la percezione del tempo vissuto, la percezione di tempi nuovi da vivere. In P.V.A. Geat Marina (a cura di), Nuovi paradigmi, nuovi stili, nuove sfide educative, LE RAGIONI DI ERASMUS vol. 5 (pp. 61-80). Roma : Roma TrE-press [10.13134/979-12-5977-019-6/4].
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11590/380875
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact