Prassi e culture di una diplomazia parallela: il caso degli esuli fiorentini nel XVI secolo