La corruzione c.d. "propria" (art. 319 c.p.)