Il saggio illustra alcuni passaggi delle trasformazioni urbane di Roma Capitale rispetto alla realizzazione del quartiere operaio di Testaccio. Dopo il 20 settembre del 1870, in relazione ai programmi di sviluppo della città, Testaccio viene destinato a zona industriale della Capitale; in base a tale destinazione verrà deciso di realizzare in quella zona il nuovo Mattatoio di Roma. Con la costruzione del Mattatoio, progettato da Gioacchino Ersoch (1888-1891), il quartiere registrerà un progressivo incremento demografico che farà di Testaccio, agli inizi del Novecento, una delle zone più degradate di Roma. In questi anni, però, grazie alla Giunta comunale guidata da Ernesto Nathan (10 novembre 1907- dicembre 1913) e all’infaticabile attività di Domenico Orano – studioso, filantropo e, dal 1910, consigliere comunale (eletto nelle file del blocco popolare) –, verranno promossi numerosi istituti di assistenza economica, educativa, ricreativa e sanitaria che porteranno a trasformare Testaccio da malfamato ghetto-dormitorio ad autonomo e riconoscibile quartiere della città.

Stabile, F.R. (2021). Testaccio, il quartiere industriale-operaio di Roma capitale: 1870-1891. In F.P. Flavia Pesci (a cura di), Roma nascita di una Capitale 1870-1915 (pp. 186-190). Roma : De Luca Editori d’Arte.

Testaccio, il quartiere industriale-operaio di Roma capitale: 1870-1891

Francesca Romana Stabile
Writing – Original Draft Preparation
2021

Abstract

Il saggio illustra alcuni passaggi delle trasformazioni urbane di Roma Capitale rispetto alla realizzazione del quartiere operaio di Testaccio. Dopo il 20 settembre del 1870, in relazione ai programmi di sviluppo della città, Testaccio viene destinato a zona industriale della Capitale; in base a tale destinazione verrà deciso di realizzare in quella zona il nuovo Mattatoio di Roma. Con la costruzione del Mattatoio, progettato da Gioacchino Ersoch (1888-1891), il quartiere registrerà un progressivo incremento demografico che farà di Testaccio, agli inizi del Novecento, una delle zone più degradate di Roma. In questi anni, però, grazie alla Giunta comunale guidata da Ernesto Nathan (10 novembre 1907- dicembre 1913) e all’infaticabile attività di Domenico Orano – studioso, filantropo e, dal 1910, consigliere comunale (eletto nelle file del blocco popolare) –, verranno promossi numerosi istituti di assistenza economica, educativa, ricreativa e sanitaria che porteranno a trasformare Testaccio da malfamato ghetto-dormitorio ad autonomo e riconoscibile quartiere della città.
Stabile, F.R. (2021). Testaccio, il quartiere industriale-operaio di Roma capitale: 1870-1891. In F.P. Flavia Pesci (a cura di), Roma nascita di una Capitale 1870-1915 (pp. 186-190). Roma : De Luca Editori d’Arte.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11590/394502
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact