Dieci maestri dell’arte contemporanea sono i protagonisti della mostra senzamargine. Passaggi nell’arte italiana a cavallo del millennio, un’originale panoramica della geografia artistica tra XX e XXI secolo, posta sotto il segno della pluralità e della differenza. Attraverso i saggi di critici e studiosi internazionali questo volume offre un’approfondita introduzione all’opera dei dieci artisti, proponendo nuove letture e spunti di riflessione utili a una riscrittura del canone dell’arte degli ultimi decenni. Sullo sfondo la necessità di una nuova narrazione dell’esperienza italiana, anche al di là della sua continuità territoriale, capace di mettere in luce al suo interno la coesistenza di tradizioni, linee e vettori individuali non riducibili a una comune matrice o “identità”. Un tratto pluralistico che costituisce non solo uno degli elementi più rilevanti della produzione artistica italiana ma anche il contributo vitale che essa può fornire allo scenario deterritorializzato della cultura contemporanea, considerata nella sua iperbolica simultaneità globale.

Chiodi, S. (2021). Forme del tempo. L’arte in Italia tra continuità e presente. In Stefano Chiodi, Bartolomeo Pietromarchi (a cura di), Senzamargine. Passaggi nell’arte italiana a cavallo del millennio (pp. 51-59). Venezia : Marsilio.

Forme del tempo. L’arte in Italia tra continuità e presente

stefano chiodi
2021

Abstract

Dieci maestri dell’arte contemporanea sono i protagonisti della mostra senzamargine. Passaggi nell’arte italiana a cavallo del millennio, un’originale panoramica della geografia artistica tra XX e XXI secolo, posta sotto il segno della pluralità e della differenza. Attraverso i saggi di critici e studiosi internazionali questo volume offre un’approfondita introduzione all’opera dei dieci artisti, proponendo nuove letture e spunti di riflessione utili a una riscrittura del canone dell’arte degli ultimi decenni. Sullo sfondo la necessità di una nuova narrazione dell’esperienza italiana, anche al di là della sua continuità territoriale, capace di mettere in luce al suo interno la coesistenza di tradizioni, linee e vettori individuali non riducibili a una comune matrice o “identità”. Un tratto pluralistico che costituisce non solo uno degli elementi più rilevanti della produzione artistica italiana ma anche il contributo vitale che essa può fornire allo scenario deterritorializzato della cultura contemporanea, considerata nella sua iperbolica simultaneità globale.
978-88-297-0981-6
Chiodi, S. (2021). Forme del tempo. L’arte in Italia tra continuità e presente. In Stefano Chiodi, Bartolomeo Pietromarchi (a cura di), Senzamargine. Passaggi nell’arte italiana a cavallo del millennio (pp. 51-59). Venezia : Marsilio.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11590/398099
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact