Ricerca umanistica e strumenti digitali, tra demitizzazione e prospettive