The essay invites to overcome the recurrent interpretation of some passages of the Comedia – usually read in the light of the events that have characterized Dante's biography in a political sense - and to take into account rather their poetic characteristics, the literary and ideological context, the influence of the classics and of vernacular poetry, in the belief that the characteristics of his poetic language lead the political discourse experienced in the Comedia to different and more persuasive aims than those of the prose; it also invites to identify a specific political-poetic thought of Dante, never completely superimposable to the style he experienced in other literary genres.

Il saggio invita a superare la ricorrente interpretazione di alcuni brani della Commedia tradizionalmente letti alla luce degli eventi che hanno caratterizzato la biografia dantesca in senso politico e a tener conto piuttosto delle caratteristiche loro poetiche, del contesto letterario e ideologico, dei precedenti classici e romanzi, nella convinzione che i caratteri propri della lingua poetica conducano il discorso politico esperito nella Commedia a traguardi espressivi diversi e più persuasivi rispetto a quelli della prosa; e a individuare uno specifico pensiero politico-poetico di Dante, mai del tutto sovrapponibile a quello che si manifesta in altri generi praticati dall’autore.

Marcozzi, L. (In corso di stampa). Politica e poesia nella Commedia. In L.M. Francesco Maiolo (a cura di), Atti del Convegno Internazionale Dante e la politica. Dal passato al presente, Roma.

Politica e poesia nella Commedia

MARCOZZI, LUCA
In corso di stampa

Abstract

Il saggio invita a superare la ricorrente interpretazione di alcuni brani della Commedia tradizionalmente letti alla luce degli eventi che hanno caratterizzato la biografia dantesca in senso politico e a tener conto piuttosto delle caratteristiche loro poetiche, del contesto letterario e ideologico, dei precedenti classici e romanzi, nella convinzione che i caratteri propri della lingua poetica conducano il discorso politico esperito nella Commedia a traguardi espressivi diversi e più persuasivi rispetto a quelli della prosa; e a individuare uno specifico pensiero politico-poetico di Dante, mai del tutto sovrapponibile a quello che si manifesta in altri generi praticati dall’autore.
The essay invites to overcome the recurrent interpretation of some passages of the Comedia – usually read in the light of the events that have characterized Dante's biography in a political sense - and to take into account rather their poetic characteristics, the literary and ideological context, the influence of the classics and of vernacular poetry, in the belief that the characteristics of his poetic language lead the political discourse experienced in the Comedia to different and more persuasive aims than those of the prose; it also invites to identify a specific political-poetic thought of Dante, never completely superimposable to the style he experienced in other literary genres.
Marcozzi, L. (In corso di stampa). Politica e poesia nella Commedia. In L.M. Francesco Maiolo (a cura di), Atti del Convegno Internazionale Dante e la politica. Dal passato al presente, Roma.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11590/400448
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact