Le attività estrattive intorno al Monte Amiata sono attive fin dal medioevo. Il territorio ne porta le tracce in termini di canalizzazioni d’acqua, percorsi, gallerie, edifici per la lavorazione dei metalli. Le gallerie minerarie del Cornacchino servivano per l’estrazione del Cinabro fin dall’inizio del secolo. Sono state chiuse per più di 40 anni. Il progetto prevede la realizzazione di un percorso che, ripercorrendo un tracciato storico, permetta di arrivare a visitare le gallerie. Il percorso è segnato da diversi elementi caratterizzati da un colore blu. All’ingresso delle gallerie è stata realizzata una grande pedana di sosta al di sotto della quale, nel periodo invernale scorre un torrente. All’interno delle gallerie è stato realizzato un sistema di illuminazione a led alimentato da un pannello fotovoltaico, mentre esternamente sono state realizzate due strutture che hanno la funzione di proteggere gli ingressi da eventuali frane. Si tratta di due tubi in acciaio, estrusione e regolarizzazione della sezione delle gallerie che portano all’esterno la dimensione nascosta delle stesse e individuano all’aperto, dialogando con gli elementi del paesaggio all’intorno, uno spazio raccolto e ospitale.

Montuori, L., Petrachi, R. (2009). Parco delle gallerie minerarie del Cornacchino, 792-793.

Parco delle gallerie minerarie del Cornacchino

Luca Montuori
;
riccardo petrachi
2009

Abstract

Le attività estrattive intorno al Monte Amiata sono attive fin dal medioevo. Il territorio ne porta le tracce in termini di canalizzazioni d’acqua, percorsi, gallerie, edifici per la lavorazione dei metalli. Le gallerie minerarie del Cornacchino servivano per l’estrazione del Cinabro fin dall’inizio del secolo. Sono state chiuse per più di 40 anni. Il progetto prevede la realizzazione di un percorso che, ripercorrendo un tracciato storico, permetta di arrivare a visitare le gallerie. Il percorso è segnato da diversi elementi caratterizzati da un colore blu. All’ingresso delle gallerie è stata realizzata una grande pedana di sosta al di sotto della quale, nel periodo invernale scorre un torrente. All’interno delle gallerie è stato realizzato un sistema di illuminazione a led alimentato da un pannello fotovoltaico, mentre esternamente sono state realizzate due strutture che hanno la funzione di proteggere gli ingressi da eventuali frane. Si tratta di due tubi in acciaio, estrusione e regolarizzazione della sezione delle gallerie che portano all’esterno la dimensione nascosta delle stesse e individuano all’aperto, dialogando con gli elementi del paesaggio all’intorno, uno spazio raccolto e ospitale.
978-89-91111-46-2
Montuori, L., Petrachi, R. (2009). Parco delle gallerie minerarie del Cornacchino, 792-793.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11590/402939
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact