Il dilemma dell'aragosta. La forza della vulnerabilità