Occorre una certa dose di strabismo per approcciarsi alla politica barese e coglierne la contraddizione fondativa: conservatrice e novatrice ad un tempo. La sua classe dirigente si è dimostrata capace di far propri i diversi modelli di regolazione politica che si sono succeduti nel tempo, massimizzando in ogni stagione i benefici attingibili dalle configurazioni egemoni. Forte di questa duttilità, Bari si atteggia a prima della classe dentro lo scenario meridionale (e non solo), ma la sua aura novatrice fa spesso velo alla continuità, poiché l’obiettivo di fondo resta sempre quello di offrire ai detentori del potere e delle risorse ciò di cui essi fanno di volta in volta richiesta. Spesso il ritardo con il quale giunge ad un appuntamento con la storia (determinato quasi sempre dalla riluttanza a staccarsi dagli assetti di potere consolidati) permette a Bari di ritrovarsi in anticipo sugli appuntamenti successivi. Per questo, appare contemporaneamente culla dell’innovazione e rifugio della conservazione. Anticipataria e ritardaria. Disorientando gli analisti. Questo “ossimoro” è stato declinato in maniera specifica in ciascuna delle principali stagioni politiche dell’era repubblicana.

Romano, O. (2016). Conservar innovando. La politica a Bari. In Sociologia di Bari. Tra sogno e realtà (pp. 79-115). ITA : Laterza.

Conservar innovando. La politica a Bari

ROMANO, Onofrio
2016

Abstract

Occorre una certa dose di strabismo per approcciarsi alla politica barese e coglierne la contraddizione fondativa: conservatrice e novatrice ad un tempo. La sua classe dirigente si è dimostrata capace di far propri i diversi modelli di regolazione politica che si sono succeduti nel tempo, massimizzando in ogni stagione i benefici attingibili dalle configurazioni egemoni. Forte di questa duttilità, Bari si atteggia a prima della classe dentro lo scenario meridionale (e non solo), ma la sua aura novatrice fa spesso velo alla continuità, poiché l’obiettivo di fondo resta sempre quello di offrire ai detentori del potere e delle risorse ciò di cui essi fanno di volta in volta richiesta. Spesso il ritardo con il quale giunge ad un appuntamento con la storia (determinato quasi sempre dalla riluttanza a staccarsi dagli assetti di potere consolidati) permette a Bari di ritrovarsi in anticipo sugli appuntamenti successivi. Per questo, appare contemporaneamente culla dell’innovazione e rifugio della conservazione. Anticipataria e ritardaria. Disorientando gli analisti. Questo “ossimoro” è stato declinato in maniera specifica in ciascuna delle principali stagioni politiche dell’era repubblicana.
9788858127131
Romano, O. (2016). Conservar innovando. La politica a Bari. In Sociologia di Bari. Tra sogno e realtà (pp. 79-115). ITA : Laterza.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11590/403961
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact