Dualismo e continuità nel governo della sanità pugliese