Il saggio vuole essere un'introduzione quanto più ampia e articolata possibile al teatro dell'autore britannico Hanif Kureishi, riguardo al quale ancora non esiste una trattazione monografica, specifica ed esaustiva. A questo scopo, vengono indagate le varie fasi della scrittura drammaturgica dell'autore, compiendo innanzitutto un excursus, e affrontando poi, nel dettaglio, la caratterizzazione più politica della fase di esordio (a cavallo tra gli anni Settanta e gli anni Ottanta) e quella più intimistica del ritorno alle scene nei primi anni del terzo millennio. Più specificamente, il paragrafo dedicato all'impegno politico dell'autore affronta il rapporto con il 'fringe theatre' londinese e analizza a mo' di esempio l'opera "Birds of Passage", all'interno della quale, oltre alla questione dei rapporti di classe, di genere e famigliari nel periodo del governo thatcheriano, si ritrovano già enucleati anche i temi dell'immigrazione e della discriminazione razziale: tutti argomenti che saranno molto frequentati dall'autore anche nella successiva produzione cinematografica e letteraria, per la quale egli è sicuramente più conosciuto. Il paragrafo seguente, dedicato alle opere drammatiche scritte dopo circa un quindicennio di interruzione, si concentra in particolare su "When the Night Begins", pubblicato qui in traduzione e ancora mai rappresentato in Italia. In esso la virata già sperimentata altrove da Kureishi verso temi più circoscritti, come l'amore di coppia o il rapporto tra padri e figli, viene affrontato all'interno di un testo denso, ricco di sfumature e contraddizioni.

Esposito, L. (2016). "Il teatro di Hanif Kureishi". In Quando scende la notte (pp. 7-58). ITA : Arcadia & Ricono.

"Il teatro di Hanif Kureishi"

ESPOSITO, Lucia
2016

Abstract

Il saggio vuole essere un'introduzione quanto più ampia e articolata possibile al teatro dell'autore britannico Hanif Kureishi, riguardo al quale ancora non esiste una trattazione monografica, specifica ed esaustiva. A questo scopo, vengono indagate le varie fasi della scrittura drammaturgica dell'autore, compiendo innanzitutto un excursus, e affrontando poi, nel dettaglio, la caratterizzazione più politica della fase di esordio (a cavallo tra gli anni Settanta e gli anni Ottanta) e quella più intimistica del ritorno alle scene nei primi anni del terzo millennio. Più specificamente, il paragrafo dedicato all'impegno politico dell'autore affronta il rapporto con il 'fringe theatre' londinese e analizza a mo' di esempio l'opera "Birds of Passage", all'interno della quale, oltre alla questione dei rapporti di classe, di genere e famigliari nel periodo del governo thatcheriano, si ritrovano già enucleati anche i temi dell'immigrazione e della discriminazione razziale: tutti argomenti che saranno molto frequentati dall'autore anche nella successiva produzione cinematografica e letteraria, per la quale egli è sicuramente più conosciuto. Il paragrafo seguente, dedicato alle opere drammatiche scritte dopo circa un quindicennio di interruzione, si concentra in particolare su "When the Night Begins", pubblicato qui in traduzione e ancora mai rappresentato in Italia. In esso la virata già sperimentata altrove da Kureishi verso temi più circoscritti, come l'amore di coppia o il rapporto tra padri e figli, viene affrontato all'interno di un testo denso, ricco di sfumature e contraddizioni.
978-88987450-8-1
Esposito, L. (2016). "Il teatro di Hanif Kureishi". In Quando scende la notte (pp. 7-58). ITA : Arcadia & Ricono.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11590/412767
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact