Per secoli, prima che la filologia ottocentesca mettesse ordine nelle attribuzioni, il volgarizzamento del "De viris illustribus" di Petrarca realizzato da Donato degli Albanzani (Pratovecchio, ante 1328 – Ferrara, post 1411) fu considerato a tutti gli effetti petrarchesco: un equivoco nato già nella tradizione manoscritta e definitivamente sancito dall’editio princeps del 1476, curata da Felice Feliciano e intitolata "Libro degli homini famosi compillato per lo inclyto poeta miser Francisco Petrarca". In vista di una nuova edizione, quantomai auspicabile, il progetto di ricerca finanziato dall’assegno si è concentrato sulla catalogazione completa di tutti i testimoni dell’opera: il numero dei codici è così salito a 45 (più del doppio rispetto al breve censimento effettuato da Domenico Rossetti nel 1828). L’indagine sulla tradizione ha permesso di comprendere la struttura dell’opera e la sua straordinaria diffusione nell’Italia del XV secolo, nonché di arrivare a una nuova datazione del volgarizzamento, anticipata di un decennio rispetto all’ipotesi tradizionale.

Veronesi, V. (2022). Censimento dei manoscritti e indagine sulla storia della tradizione del “De viris illustribus” di Petrarca volgarizzato da Donato degli Albanzani. In Ilaria Michieli (a cura di), Ragioni Comuni 2017 - 2018. «Atti del convegno di chiusura delle attività progettuali realizzate tramite assegni di ricerca finanziati dalla Regione Friuli Venezia Giulia ai sensi della LR 34/2015, art.5, c. 29-33 (Trieste 30 settembre - 1 ottobre 2021)» (pp. 73-86). Trieste : EUT Edizioni Università di Trieste.

Censimento dei manoscritti e indagine sulla storia della tradizione del “De viris illustribus” di Petrarca volgarizzato da Donato degli Albanzani

Vanni Veronesi
2022-01-01

Abstract

Per secoli, prima che la filologia ottocentesca mettesse ordine nelle attribuzioni, il volgarizzamento del "De viris illustribus" di Petrarca realizzato da Donato degli Albanzani (Pratovecchio, ante 1328 – Ferrara, post 1411) fu considerato a tutti gli effetti petrarchesco: un equivoco nato già nella tradizione manoscritta e definitivamente sancito dall’editio princeps del 1476, curata da Felice Feliciano e intitolata "Libro degli homini famosi compillato per lo inclyto poeta miser Francisco Petrarca". In vista di una nuova edizione, quantomai auspicabile, il progetto di ricerca finanziato dall’assegno si è concentrato sulla catalogazione completa di tutti i testimoni dell’opera: il numero dei codici è così salito a 45 (più del doppio rispetto al breve censimento effettuato da Domenico Rossetti nel 1828). L’indagine sulla tradizione ha permesso di comprendere la struttura dell’opera e la sua straordinaria diffusione nell’Italia del XV secolo, nonché di arrivare a una nuova datazione del volgarizzamento, anticipata di un decennio rispetto all’ipotesi tradizionale.
978-88-5511-307-6
Veronesi, V. (2022). Censimento dei manoscritti e indagine sulla storia della tradizione del “De viris illustribus” di Petrarca volgarizzato da Donato degli Albanzani. In Ilaria Michieli (a cura di), Ragioni Comuni 2017 - 2018. «Atti del convegno di chiusura delle attività progettuali realizzate tramite assegni di ricerca finanziati dalla Regione Friuli Venezia Giulia ai sensi della LR 34/2015, art.5, c. 29-33 (Trieste 30 settembre - 1 ottobre 2021)» (pp. 73-86). Trieste : EUT Edizioni Università di Trieste.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11590/415194
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact